IL SUPERGAY GRILLINI: SE NON È ISIS POCO CI MANCA

Roma family day 2016

Sul “Family day” si discute, come non è accaduto mai per le manifestazioni al Circo Massimo, soprattutto di numeri. Si è esagerato di sicuro, ma le cifre delle vere presenze debbono avere comunque dato molto fastidio. Ma questo rimbalzo polemico di calcoli curiosamente ha fatto passare quasi sotto silenzio le dichiarazioni vergognose di un’icona del mondo gay, Franco Grillini, ex Presidente Arcigay. In una trasmissione ha avuto la sfrontatezza di dichiarare: «I gay che oggi sfilano al Family Day sono paragonabili a quegli ebrei che durante il periodo dell’Olocausto si iscrissero al partito nazi-fascista». Lo ha sostenuto nel corso del programma “Klaus Condicio”, aggiungendo che «il mondo è fatto anche di venduti e di traditori». «Tradiscono la propria natura, i propri simili: è la verità», ha sostenuto ancora Grillini, dicendo poi di trovare «anche del tutto coerente con la natura della manifestazione la presenza al corteo di CasaPound», perché, secondo lui, quei due milioni che chiedono di non fare dei bambini un prodotto commerciabile sarebbero tutti espressione di una «estrema destra». «Mi meraviglio di quei gay che saranno fianco a fianco dei fascisti di CasaPound».

Parole del genere non meritano nemmeno un commento e qualificano quale è il pensiero e l’ideologia ultrafascista della lobby gay. Capaci loro di mettere alla gogna “fratelli”, che pure debbono vivere con responsabile sofferenza la loro condizione. Oltre a richiamare persino paragoni incoscienti con il periodo nazista. Una cosa è certa, se Grillini o altri come lui fossero al potere i gay che erano presenti al Circo Massimo finirebbero con l’ essere esposti al ludibrio per le strade, frustati e poi impiccati. In confronto quelli di “CasaPound”, che pure non sono prendere ad esempio, sembrano “I ragazzi della via Paal”. Quanto al Grillini-pensiero c’è una sola conclusione: se non è mentalità da Isis poco ci manca.

Author Bio
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Web Analytics