MI SONO FATTA UN’IDEA SULLE IDEE DI LAURA BOLDRINI

Morticia     Crudelia     Laura Boldrini a casa     Laura Boldrini denunciata discrimina italiani

Mi sono fatta un’idea. Che Laura Boldrini, la snob Presidentessa (guai a dire Presidente?) abbia un piano preciso, lucido che persegue con ferrea e feroce determinazione, sotto la gelida coltre e la simulata e sfrenata ambizione, che fa di lei un incrocio fra una bella donna, Crudelia Demon o la Morticia della famiglia Addams. È stata sponsorizzata da Sel, la cosiddetta sinistra estrema. Logico dunque che sia, come i suoi sponsor, favorevole agli ingressi indiscriminati dei disperati che si accalcano alle porte dell’Europa. Purtroppo senza se e senza ma. Salvo il fatto che una figlia dichiarò che sua madre non avrebbe mai fatto da mangiare ad un poveraccio. Che abbia la puzza sotto il naso è dimostrato anche dall’episodio di quando scesa in piazza del Parlamento per una cerimonia, avendo freddo chiese il cappotto ad un’ assistente per la quale non sprecò nemmeno un grazie. Tipico del “lei non sa chi sono io”.

Ora è evidente che qualsiasi immigrato (di qui le sue continue dichiarazioni sul fatto che solo un’ “invasione” ci salverà”) dovendo avere un domani la cittadinanza italiana non potrà non votare che per la sinistra, rafforzando quel partito che è già al potere. E siccome prima o poi una donna riuscirà presto a diventare Presidente della Repubblica, ecco svelato il disegno della “faina” Boldrini. Bruciata ormai Emma Bonino, bruciata anche la Finocchiaro, troppo giovane la Boschi, fuori gioco la Pivetti, che si è bruciata da sola, non rimane che lei. Sulla quale potrebbe puntare nell’ennesimo svarione il PD, sempre in cerca fra l’altro di novità fallimentari. Dunque “entrino, entrino signori” anche se avanti non c’è posto. Anche se molti buttano il vitto e soggiornano in piscina mentre molti italiani vanno alle mense dei poveri, vivono sotto i ponti, fanno la fame e talvolta si uccidono. Tanto quelli non voteranno mai chi è al potere.

Author Bio
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Web Analytics