CRISTOFORO COLOMBO

1492: LO SBARCO DI COLOMBO CON LA CROCE VERDE

John Vanderlyn Landing of Columbus           stendardo del capitano di navi di Columbus

 

C’è un particolare trascurato, uno dei tanti, nella storia di Colombo. Importante soprattutto perché si riferisce al primo sbarco in un’isola dei Caraibi. Nel “Giornale di bordo” Colombo scrive che scende a terra con uno stendardo dalla croce verde che porta le lettere maiuscole F.Y. e una corona sopra. Naturalmente la storia parla di Ferdinando e Isabella di Castiglia. Per la verità il re d’ Aragona era escluso completamente dall’ evento che competeva interamente alla regina. Si sa che le cronache della spedizioni hanno subito manipolazioni, aggiustamenti e censure da parte della corte spagnola. Colombo si firmava Christo Ferens per cui la F e la Y potrebbero stare per Ferens Yesus, salvo poi aggiungerci la storia delle corone (ma mai due). In più nessuno affronta il discorso della croce verde, diversa da quella che è sulle vele. Cosa sta a indicare? Gli ordini cavallereschi che usavano quel colore sono San Lazzaro ed Alcantara. C’è da aggiungere che papa Innocenzo VIII era riuscito a riunire in un raggruppamento tutti gli ordini cavallereschi. I cui stemmi in effetti compaiono quasi tutti nelle varie immagini fatte nel tempo per quella tappa fondamentale nella storia dell’ umanità.

 

Author Bio
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Web Analytics