NOTIZIE

ANCHE SAN FRANCISCO CANCELLA IL COLUMBUS DAY

statue Christopher Columbus San Francisco           statue Christopher Columbus Buenos Aires

 

Si alternano le notizie sulle statue americane a Cristoforo Colombo in un “virus” talebano. Se qualle di New York si salva con un compromesso, alla lista di città che ripudiano il Columbus Day, festa prima molto sentita negli Stati Uniti perché commemorava Cristoforo Colombo e il suo sbarco a San Salvador il 14 ottobre del 1492, si è unita San Francisco: la città californiana ha votato a favore della mozione che sostituisce la giornata dedicata all'esploratore italiano con quella in memoria dei nativi americani, il cui eccidio - secondo i critici del Columbus Day - ha avuto inizio proprio con lo sbarco del navigatore genovese.
Da sempre, il Columbus Day è stato negli Stati Uniti la festa della comunità italo-americana, che infatti è sul piede di guerra: Christina Olivolo, membro del club delle donne di San Francisco e di origine italiana, ha infatti dichiarato: "è un insulto agli italiani che hanno fatto tanto per la città di San Francisco".
Tecnicamente, lo sbarco di Colombo a San Salvador non ha dato inizio alla colonizzazione dell'America settentrionale, ma di quella centrale e meridionale. Furono i padri pellegrini della Mayflower che, sbarcando a Cape Coad l'11 novembre del 1620 (più di un secolo dopo Colombo), diedero inizio al saccheggio delle terre dell'America del Nord, completato in seguito dal periodo della corsa al West. Colombo con gli attuali Stati Uniti c'entra in realtà poco, mentre è molto più legata alla storia statunitense e, di conseguenza, all'eccidio dei nativi americani, la festa del Ringraziamento (Thanksgiving).
Ma il Ringraziamento è per gli americani una sorta di Natale in anticipo, essendo dopo il 4 luglio la più importante festa nazionale: difficile che i critici di Colombo propongano la sua abolizione.

------------------------

Definitivamente declassata invece la statua di Colombo che a Buenos Aires era davanti alla Casa Rosada. E’ stata spostata in una zona nuova ancora da sistemare. Offrirà le spalle a chi la guarderà dalla città mentre per vederla di fronte bisognerà arrivare dal mare. Al suo posto, vicino al palazzo presidenziale, verrà posta la scultura che commemora Juana Azurduy, una patriota eroina dell’ alto Perù.

Nelle foto a sinistra la statua di San Francisco a destra quella di Buenos Aires

 

Author Bio
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Web Analytics