NOTIZIE

RITORNA COLOMBO A BUENOS AIRES: DECENTRATO

statua Cristoforo Colombo Buenos Aires 2019 0       statua Cristoforo Colombo Buenos Aires 2019 1       statua Cristoforo Colombo Buenos Aires 2019 2

 

Cristobal Colon statua Argentina 2Il monumento a Cristoforo Colombo di Buenos Aires può finalmente cominciare una ‘nuova vita’, dopo spostamenti e polemiche e l’inaugurazione del luogo che lo ospita. Sul Paseo de la Costanera, nei pressi dell’aeroporto cittadino ‘Jorge Newbery’, con sguardo al Río de la Plata. È difficile che torni dove ha fatto bella mostra di sé per novant’anni, nel cuore della capitale argentina. Realizzato dallo scultore Arnoldo Zocchi e donato dalla comunità italiana nel 1921, il monumento a Cristoforo Colombo di Buenos Aires è sempre stato ammirato sulla Avenida La Rabida, nei pressi del palazzo presidenziale della Casa Rosada. Fino al marzo del 2013, quando l’allora presidente Cristina Fernández decise di rimpiazzare il navigatore genovese con un monumento alla eroina dell’indipendenza boliviana Juana Azurduy, donato dal presidente boliviano, Evo Morales.
Una decisione che provocò anche tensione tra il governo nazionale e quello della città autonoma di Buenos Aires, entrambi a dichiarare la propria competenza sull’opera. Alzò la voce anche la comunità italiana, ma senza risultato. Inizialmente, l’esecutivo nazionale era dell’idea di una traslazione a Mar del Plata delle sue 623 tonnellate distribuite in 26 metri di altezza, fino alla decisione di ‘alloggiare’ il monumento a Colombo sulla Costanera Norte. Poi altre polemiche per lo stato di quasi abbandono dell’area e dell’opera. La statua presentava i segni del tempo e, difatti, nel 2014 una perizia ad hoc aveva messo in evidenza che le crepe erano la conseguenza delle vibrazioni prodotti dal traffico cittadino e dal bombardamento della Casa Rosada nel 1955, quando Juan Domingo Perón era nel mirino dei militari. Ma fu anche dimostrato che parte dei danni furono diretta conseguenza dello smantellamento.
Nel giugno del 2014 il governo nazionale e quello della capitale si accordarono sulle modalità del trasferimento, i costi di restauro e la nuova ubicazione, con l’esecutivo nazionale a sopportare la maggior parte dei costi necessari. I 250 pezzi in cui era stata smontata la statua sono stati depositati in un magazzino nei pressi dell’aeroporto Newbery, fino alla collocazione, nel 2017, di fronte allo scalo. Nel frattempo, però, anche Juana Azurduy ha cambiato ‘casa’, trovandosi ora davanti al Centro Cultural Kirchner. Una rimozione necessaria per la costruzione di una recente opera pubblica stradale, il Paseo del Bajo.

 

Author Bio
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Web Analytics