TEMPLARI

NATIVI AMERICANI SULLE TOMBE DEI GERALDINI PRIMA DELLA SCOPERTA DELL’AMERICA

Pinturicchio La Resurrezione di Cristo nativi americani         Geraldini 

 

allegoria America         piume         Geraldini dipinto

 

Amelia 1         Amelia 4          Amelia 3

 

Geraldini volto scolpito 1        Geraldini volto scolpito 2       Geraldini volto scolpito 3

 

indigeno del sud america       sciamano amazzonico        capo indiano

 

Ad Amelia, nella Chiesa di San Francesco, il santo che fa in qualche modo anche lui da sfondo alla “scoperta dell’America” ed il cui saio fu indossato da Colombo quando fu messo in catene e quando morì, si possono vedere le tombe della famiglia Geraldini. Da rammentare che i francescani si erano spinti più volte ai limiti orientali dell’ecumene, il mondo conosciuto, riportando preziose informazioni. Alcune incisioni che arricchiscono i feretri nel tempio della cittadina umbra sono rivelatrici ai fini di una prescoperta dell’America. Sono mausolei di antenati cavalieri (di quale ordine? Forse templari?) del XIV e XV secolo, dove si possono scorgere teste di indios contrassegnate dai copricapo piumati, come venivano rappresentati gli indigeni. Sempre nel palazzo della famiglia Geraldini si può vedere una raffigurazione dell’America con in testa un ornamento di piume, che affianchiamo ad un altro dorato, esposto in una grande mostra sui nativi precolombiani. Una delle teste raffigurate sui mausolei è straordinariamente somigliante agli indios comparsi di recente, dopo un restauro, in un quadro del Pinturicchio. Sono i primi ad essere stati dipinti in Europa. Nelle stessa Chiesa c’è inoltre una lapide: ricorda Jmerio Cjbo, discendente di papa Innocenzo VIII, stranamente somigliante al Colombo giovane e recante una scritta criptica (per queste questioni vedi altri link del sito). Va ricordato che i Geraldini erano due prestigiosi umanisti presenti alla corte di Ferdinando e Isabella in Spagna. Uno loghotheta (portatore di parola), l’altro ambasciatore di Giovanni Battista Cybo, Innocenzo VIII. Furono i due fratelli, Antonio e Alessandro a introdurre Colombo a corte. Il secondo per di più fu colui che convinse le regina a varare la spedizione del navigatore. Tutto rinvia ad una cerchia di illuminati, che faceva capo alla Chiesa di Roma e che perfezionarono, in un disegno a lungo preparato, la “rivelazione” del quarto continente. Secondo i presagi che Colombò raccolse da vari testi sacri nella sua opera misconosciuta dal titolo appunto “Il libro delle profezie”.

Ruggero Marino firma

 

JOHN FITZGERALD KENNEDY DISCENDEVA DALLA FAMIGLIA GERALDINI DI AMELIA?

Leggi l'articolo in questo link: http://www.geraldini.com/content/17/discorso-di-john-fitzgerald-kennedy.html

Author Bio
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Web Analytics