TEMPLARI

18 MARZO 1314: AL ROGO L’ULTIMO MAESTRO DEI TEMPLARI

Jacques de Molay      Jacques de Molay monumento      Jacques de Molay onori

 

Jacques de Molay è considerato, almeno secondo la storia ufficiale, l’ ultimo grande Maestro (o capo, come si direbbe oggi impropriamente) dell’Ordine Mistico-Esoterico dei Templari, o “Combattenti poveri di Cristo”. Quest’ordine, che é rimasto in gran parte nel mistero e nella leggenda, finì per essere inquisito e sospeso dalla chiesa Romana in seguito alle pressioni di Filippo il bello di Francia che scagliò l’anatema e iniziò la persecuzione contro i cavalieri nella notte di un venerdì 12-13 ottobre (la data della cosiddetta scoperta dell’ America).  I suoi Militi furono in gran parte arrestati e torturati, costretti ad ammettere colpe per lo più mai commesse con le pesanti accuse di eresia e blasfemia. De Molay non fu risparmiato e anzi venne condotto a morte sul rogo a Parigi. Forse ad assistere al supplizio vi fu anche Dante, mentre indubbiamente anche Cristoforo Colombo può essere considerato in parte un erede del sogno templare. Da rammentare che una lettera inviata al navigatore da un misterioso personaggio si conclude con il motti dei Templari “Non nobis, Domine, sed nomini tuo da gloriam”.

 

Author Bio
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Web Analytics