LE DIMISSIONI DEL “MIGLIORE” ZINGARETTI

Esaminiamo con attenzione le dimissioni a sorpresa dell’ennesimo sinistro “Migliore”, ovvero del leader dei fondamentalisti della purezza dell’ onesta e della morale immacolata. Il signor Zingaretti, famoso per essere il fratello di un commissario televisivo, se ne è andato sbattendo la porta e lanciando un incredibile anatema: “Il paese va in malora e voi pensate solo alle faide e alle poltrone”. I superdemocratici del Pd, che si definiscono con parole di cui non conoscono il significato, penserebbero, udite udite, unicamente alle poltrone. Come se il pianeta avesse fatto una capriola. In effetti da decenni il partito dei puri senza peccato registra una lotta intestina da lunga e infinita notte dei coltelli. Questo basterebbe a dirla lunga sul loro “animus”. Solo c’è da infamare gli avversari, per loro solo nemici da abbattere con qualunque mezzo, riescono a ritrovare l’ unità (come il vecchio giornale) nel fango. Trasformano in un tornado il venticello della calunnia. Dare le dimissioni è costume insolito per la politica italiana. Un gesto, dunque, di coraggio? Frasi da scomunica che, nella loro virulenza, dimostrano solo che la faida è sempre in atto e che anche il gesto, che sa a suo modo di vendetta, non ne è che un corollario. Da tempo si vociferava che Zingaretti doveva essere fatto fuori. C’era da stabilire solo il quando. Il “Migliore” ha sparigliato le carte e anticipato i tempi. Mettendo i detrattori nelle peste. Tanto più che con l’ adesione di Conte ai Cinque Stelle il PD, in un’ eventuale consultazione, ne uscirebbe drammaticamente ridimensionato. Zingaretti lo ha sniffato, ha capito che la gogna sarebbe ricaduta ancora su di lui. Ha così lasciato la patata bollente nelle mani di quello che lo seguirà. E questi, con i bellimbusti dei Cinque Stelle sono quelli che erano al timone del Paese. Non si può che naufragare.

blog PD Zingaretti segretario lascia partito

Biografia dell'autore
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Web Analytics