TROPPE BUONE INTENZIONI PER UNA ROMA DA MARCIAPIEDE

Non sono del partito di Gualtieri. Ma auguro il meglio per il nuovo primo cittadino. Purtroppo il programma è un elenco infinito di buone intenzioni. Tante, troppe, troppissime, perché Roma non è più una città da sistemare, ma quasi da rifondare. L’immagine della capitale ormai sa più di Africa che di Europa. Se fossi stato uno dei duellanti non avrei sciorinato un elenco che nemmeno Batman potrebbe realizzare. Basterebbe focalizzare gli sforzi su alcuni punti che già da soli sembrano irrealizzabili: rifiuti, pulizia, decoro, cura del verde, aiuole che meriterebbero ormai un altro nome, cigli dei marciapiedi ricolmi di sterpaglie, strade dissestate, anche quelle rifatte da poco con lastroni in gran parte spaccati. Si multano le auto, mai vista una multa per i cani che defecano senza parlare delle urine. Si potrebbero fare nei tombini (alcuni persino ostruiti con l’asfalto) o sotto i marciapiedi senza costringere ad uno slalom. E ancora i mezzi urbani ed i servizi in genere, le scuole che crollano, edifici pubblici fatiscenti. Un tappeto di foglie e di aghi di pino una minaccia annunciata, in grado di fare impallidire i precedenti allagamenti se dovesse arrivare una bomba d’acqua. E poi i cinghiali, i gabbiani, le cornacchie perfino i pappagallini … E si potrebbe continuare all’infinito. Perché ormai da decenni non si arriva mai al fondo del peggio. Gualtieri eredita uno sfacelo, chi lo ha preceduto ha lasciato l’urbe nel più squallido abbandono: da nobildonna a donna da marciapiede. Governata da tempo fra tracotanza e incapacità. Cosa potrà fare il sindaco dal sorrisino sempiterno? Non chiediamo molto, chiediamo qualcosa. Sarebbe già miracolo. Certo è un compito ingrato, anche perché i primi a non collaborare sono gli abitanti di Roma, che sembrano si divertano a far scempio di una storia millenaria. Caput mundi? Come stare su scherzi a parte.

blog troppe buone intenzioni per una roma da marciapiede

Biografia dell'autore
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Web Analytics