NOTIZIE

RITORNA A VENEZIA UNA LETTERA DI COLOMBO RUBATA

Cristoforo Colombo ritratto a matita con faro mare           Christopher Columbus letter

 

Le autorità del Delaware , negli Stati Uniti , hanno recuperato una lettera dello scopritore Cristoforo Colombo rubata negli anni '80 alla Biblioteca Marziana Nazionale o alla Biblioteca San Marcos di Venezia, Italia. La lettera sarebbe stata la prima inviata da Colombo al re Ferdinando d'Aragona che descriveva le meraviglie del Nuovo Mondo. Dopo un'indagine approfondita e lunga, le autorità statunitensi hanno segnalato il recupero del documento, noto come Plannck I Edition, che avrebbe potuto raggiungere un valore di 1,3 milioni di dollari, e il suo prossimo ritorno al museo italiano, riporta il quotidiano " The Philadelphia Inquirer '. "Gli oggetti di importanza culturale ricevono una valutazione monetaria nei mercati mondiali dove possono essere acquistati, ma il valore culturale e simbolico di questi oggetti supera di gran lunga qualsiasi valore in dollari per le nazioni a cui appartengono legittimamente", ha spiegato il Agente speciale William Walker. La Procura , l'immigrazione e le frontiere del Delaware e il comando per la protezione del patrimonio della polizia italiana hanno collaborato all'inchiesta. Non ha trasceso il modo in cui la lettera è arrivata negli Stati Uniti o dove è stata recuperata. Le autorità del Delaware hanno indagato su tre lettere rubate da Columbus negli ultimi anni, quindi la sua esperienza è stata la chiave per risolvere il caso, ha spiegato un portavoce. La biblioteca veneziana acquistò la lettera nel 1875, ma tra il 1985 e il 1988 il documento fu rubato. Nel 2003 un collezionista ha acquisito la lettera in una libreria specializzata negli Stati Uniti e nel 2019 le autorità sono state finalmente in grado di contattarlo, che ha accettato di esaminarlo. Il responsabile era l'esperto della Biblioteca Scheide dell'Università di Princeton Paul Needham, che certificava che era la lettera rubata quattro decenni fa a Venezia. Il collezionista ha accettato di consegnare il documento. "Sono molto felice che un tesoro nazionale dall'Italia tornerà in quella biblioteca", ha spiegato Needham alla CNN. "Il collezionista americano ha fatto la cosa giusta. Deve essere molto deludente sapere così tanti anni dopo che hai pagato un sacco di soldi per qualcosa rubato", ha aggiunto. Las autoridades de Delaware, Estados Unidos, han recuperado una carta del descubridor Cristóbal Colón robada en la década de 1980 en la Biblioteca Nacional Marciana o Biblioteca de San Marcos de Venecia, Italia. La misiva sería la primera remitida por Colón al rey Fernando de Aragón describiendo las maravillas del Nuevo Mundo. Tras una minuciosa y larga investigación las autoridades norteamericanas han informado de la recuperación del documento, conocido como Edición Plannck I, que podría haber alcanzado un valor de 1,3 millones de dólares, y su próxima devolución al museo italiano, informa el periódico 'The Philadelphia Inquirer'. "Los objetos de importancia cultural reciben una tasación monetaria en los mercados mundiales en los que se pueden comprar, pero el valor cultural y simbólico de estos objetos sobrepasa por mucho cualquier valor en dólares para las naciones a los que legítimamente pertenecen", ha explicado el agente especial William Walker. La Fiscalía de Delaware, Inmigración y Fronteras y el Mando para la Protección del Patrimonio de los Carabineros italianos han colaborado en la investigación. No ha trascendido cómo llegó a Estados Unidos la carta ni dónde fue recuperada. Las autoridades de Delaware han investigado hasta tres cartas robadas de Colón en los últimos años, por lo que su experiencia ha sido clave para la resolución del caso, ha explicado un portavoz. La biblioteca veneciana compró la carta en 1875, pero entre 1985 y 1988 el documento fue robado. En 2003 un coleccionista adquirió la carta en una librería especializada en Estados Unidos y en 2019 las autoridades finalmente pudieron contactar con el mismo, quien accedió a que fuera examinada. El encargado fue el experto de la Biblioteca Scheide de la Universidad de Princeton Paul Needham, quien certificó que se trataba de la carta robada hace cuatro décadas en Venecia. El coleccionista accedió a entregar el documento. "Estoy muy contento de que un tesoro nacional de Italia vaya a regresar a esa biblioteca", ha explicado Needham a la CNN. "El coleccionista estadounidense hizo lo correcto. Tiene que ser muy decepcionante saber tantos años después que pagaste mucho dinero por algo robado", ha añadido.

 

Author Bio
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Web Analytics