ANCHE AL BIRUNI FRA I “PRESCOPRITORI” DELL’AMERICA

Una ricerca di qualche anno fa afferma che lo studioso musulmano dell'Asia centrale Abu Raihan al Biruni “scoprì” le Americhe centinaia di anni prima di Cristoforo Colombo, l'esploratore spagnolo a cui è sempre stata attribuito il primato. Al Biruni aveva proposto una teoria nel 1037, all'età di circa 70 anni, ma all'epoca era troppo vecchio per viaggiare lui stesso. Un articolo di S. Frederick Starr in “History Today” afferma che al Biruni, nato nell'attuale Uzbekistan, sarebbe stata la prima persona a suggerire ufficialmente che esistesse una massa continentale al di là dell'Europa e dell'Asia. Le capacità di navigazione e l'esperienza in geografia dello studioso lo hanno portato a concludere che l'Europa, l'Africa e l'Asia rappresentavano solo i due quinti del mondo.

L'articolo afferma che la conoscenza di Al Biruni delle lingue sia mediorientali che indiane si aggiungeva agli studi in matematica, astronomia, mineralogia, geografia, cartografia, geometria e trigonometria sotto la guida di grandi esperti come Ahmad al Farghani, che gli avevano fornito una profonda conoscenza delle scienze di vari campi e civiltà. Secondo l'articolo, Al Farghani aveva calcolato la larghezza di un grado di longitudine all'equatore che gli permetteva di dedurre la circonferenza della terra.

Pubblicato Da F. Starr in The Express Tribune, 10 gennaio 2014.

decorazione

Per la verità storica anche prima di Al Biruni vi fu chi dimostrò o addirittura sbarcò sul nuovo continente. A cominciare da Cicerone che ne diede una precisa descrizione per quanto riguarda l’area occidentale. Per non parlare di cinesi, indonesiani... E non ci stancheremo di ripetere che quanti furono i “prescopritori” non ebbero il minimo impatto, vichinghi compresi, sul cammino dell’umanità. Come accadde invece per i viaggi di Colombo. Gli studi di Al Biruni dimostrano solo che anche l’Islam avrebbe potuto conquistare il Nuovo Mondo. Per fortuna lo fece il cristiano Colombo, altrimenti oggi l’America si inginocchierebbe verso la Mecca.

Ruggero Marino firma

Abu Arrayhan Muhammad ibn Ahmad al Biruni          mappa pergamena antica del mondo

Biografia dell'autore
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Clicky