I ROMANI IN AMERICA PRIMA DI COLOMBO

Antichi manufatti trovati nelle Americhe confermano l'affermazione che gli antichi romani visitarono l'America molto prima dell'arrivo di Cristoforo Colombo (? – 1506), mentre altre antiche civiltà visitarono il Nord e il Sud America. È noto che Cristoforo Colombo non “scoprì” il Nuovo Mondo nel 1492. Molti ricercatori suggeriscono che i Vichinghi, i Cinesi, i Fenici e forse i Celti e altri ancora furono i primi visitatori. Anche se chi fu veramente il primo non lo scopriremo mai. Numerosi ritrovamenti di manufatti romani si sono verificati in Nord America.

Gli antichi romani attraversarono i mari e raggiunsero le coste dell'America quasi 2000 anni prima di Cristoforo Colombo? Sebbene antiche monete romane siano state trovate in Nord America non possono essere accettate come dimostrazione di traversate transoceaniche precolombiane. Le monete potrebbero essere state portate dagli spagnoli che arrivarono con Colombo. Per confermare questa teoria, devono essere studiati altri manufatti, che indicano l'esistenza dell'antica Roma in America.
Alcuni rinvenimenti sono prove di contatti transoceanici precolombiani? Uno dei manufatti più affidabili dell'antica esistenza romana nelle Americhe è la testa di Tecoxic-Calixtlahuka. L'opera, ritenuta di origine romana, fu scoperta in Messico nel 1933 quando l’archeologo José García Pione Calix rinvenì una piccola testa con tratti "stranieri" in un cimitero di Tlahua. Calixtlahuka è una delle poche aree urbane associate agli Aztechi. Ancora oggi vi si trovano sculture di varia provenienza e sculture in pietra. Questo è un luogo in cui gli Aztechi adoravano il dio uccello serpente Ehokatl. Il cimitero si trova sotto due piani di cemento. Grazie alla sua posizione non andò perduto quando gli Aztechi distrussero Calix Tilahua nel 1510 d.C.
D’altronde molti sono oggi gli studi che confermano questa ipotesi. Cosa che, in una lettera, recentemente scoperta, afferma lo stesso Cristoforo Colombo con particolare riferimento a Cesare Nerone.

mosaico romano ananas

Biografia dell'autore
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Clicky