PAPA INNOCENZO VIII

STEMMA DEI CYBO SOTTO L’OPERA DEL GUERCINO RITROVATA AD AVERSA

Guercino Assunta       Guercino Ass in cielo della vergine chiesa S Francesco Monache       Guercino cappella

 

Titoli clamorosi hanno accompagnato la notizia dell’eccezionale scoperta artistica avvenuta in Campania e più precisamente ad Aversa in merito al ritrovamento della pala d’altare dell’Assunta, custodita nella chiesa di San Francesco, attribuita al celebre pittore di Cento, Giovanni Francesco Barbieri, detto il Guercino (per una forma di strabismo) uno dei massimi esponenti della pittura italiana del ‘600.
L’annuncio ufficiale di questo capolavoro nascosto,risale al dicembre 2016, quando Massimo Pulini, artista, scrittore, intellettuale, e grande esperto del Guercino, dichiara dopo una serie di accurate indagini che il dipinto «L’Assunta» è opera del pittore ferrarese, erroneamente attribuita all’artista napoletano Bernardo Cavallino. Dipinto, tra l’altro, oggetto più volte di furto.
A dar man forte alla tesi di Pulini sull’attribuzione dell’Assunta, sono proprio alcune note del libro dei conti scritte dallo stesso Guercino nel 1650 in cui specifica che fece una “Asunta in Cielo per Napoli”. Scandagliando numerosi documenti della Chiesa Cattolica e confrontando archivi fotografici, l’esperto è risalito con certezza dell’ubicazione nella chiesa di San Francesco ad Aversa, svelando dopo secoli, il vero autore del dipinto.
L’opera risalirebbe ai lavori di riparazione e di abbellimento eseguiti nel 1645 dalle Clarisse della chiesa di San Francesco di Aversa per cui ebbero il permesso dal Papa di spendere 6000 scudi, per compiere i lavori. La commissione
dell’opera deriverebbe proprio da questa attività. L’eccezionalità del caso è che sia l’unica opera del Guercino dipinta per la Campania.

--------------------------------------------------------------------------------------------

Purtroppo la commissione dell’ opera rimane misteriosa, ma nella cappella dove si trova, in basso, sotto l’opera che si trova nel complesso conventuale di San Francesco, si possono scorgere degli scudi. Sono abbinati a due a due. In quello di destra si può riconoscere lo stemma della famiglia Cybo. Un ‘ ulteriore presenza nell’ Italia del sud. Qualcuno può darci qualche spiegazione?

Ruggero Marino firma

 

Author Bio
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Web Analytics