LA CHIESA DAI 5 CAMPANILI

La chiesa di Nostra Signora di Loreto o chiesa dei Cinque Campanili sorge su una collina poco fuori dall'abitato di Perti a Finale Ligure, in provincia di Savona, in posizione dominante sulla vallata e molto panoramica.

L'edificio in stile rinascimentale con influssi lombardi rappresenta un caso quasi unico in Liguria. Gli storici dell'arte hanno messo in evidenza le somiglianze architettoniche con la cappella di San Pietro Martire, fatta costruire da Pigello Portinari nella basilica di Sant'Eustorgio di Milano fra il 1462 e il 1468. Dato che la cappella Portinari fu affrescata dal Foppa e che questi era attivo a Savona proprio negli anni 1489-1490, in cui la cappella di Perti fu costruita, Graziella Colmuto Zanella ha suggerito che il Foppa possa aver svolto un ruolo importante nel trasferimento a Perti del modello lombardo. La chiesa è a pianta quadrata sormontata da cupola ottagonale con abside poligonale addossato su un lato. L'interno è illuminato da grosse finestre circolari decorate con cornicioni in mattoni rossi, ripresi anche nella decorazione degli angoli dell'edificio alternati a blocchi di pietra del Finale. Sopra i 4 spigoli della struttura, si elevano 4 piccoli ed esili campanili che fanno da cornice a quello centrale lievemente più alto e poggiante sul centro della cupola. Da questa caratteristica deriva il soprannome di "chiesa dei Cinque Campanili".

La realizzazione della chiesa è attribuita alla committenza di Alfonso I Del Carretto e a sua moglie Peretta Cybo Usodimare: i loro stemmi compaiono sui pilastri angolari dell'edificio. La costruzione avrebbe avuto luogo nel 1489-1490, nel tempo del pontificato di Innocenzo VIII, subito dopo il loro matrimonio (avvenuto a Roma il 16 novembre 1488). Nella chiesa sono conservati affreschi di due beati domenicani, probabilmente i finalesi Damiano da Finale e Vincenzo Maglio da Orco.

Chiesa Nostra Sgnora di Loreto dei Cinque Campanili 1489 Finale Ligure

Biografia dell'autore
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Web Analytics