COME L’ITALIA STA CAMBIANDO IN PEGGIO

blog emigrazione bandiera Italiana su valigia

 

Stiamo assistendo alla mutazione genetica e silenziosa di un Paese. Di quello che per due volte, con i Romani e il Rinascimento, è stato faro della civiltà occidentale nel corso della storia. Credo un caso unico. Purtroppo al decadimento attuale, colpa di svariati fattori (la politica innanzi tutto), si aggiunge il rischio di un allontanamento progressivo, ma tutto sommato rapido, da quelle eredità. Si assiste difatti allo spopolamento della parte giovane e migliore dell’ Italia, nella stragrande maggioranza laureata,  che cerca all’ estero un futuro che lo stivale non è più in grado di assicurare. Un vuoto riempito dall’ affluenza di un’ umanità di colore o meno, di difficile integrazione, di religione diversa, di costumi diversi, di cultura diversa, quando non di una subcultura dovuta alla povertà e alla miseria o di una autentica appartenenza al sottobosco del crimine. Esportiamo cervelli, importiamo persone che possono andare a riempire, nel migliore dei casi, la bassa manovalanza. Ne consegue un abbassamento del livello medio della popolazione. Fenomeno che farà felice solo la Boldrini e che non accade in altre parti dell’ Europa, per cui l’ Italia, già considerata un anello minore della catena europea, continuerà ad allontanarsi sempre di più dagli standard continentali. Se si andrà avanti in questa direzione non rimarrà che il passato per una parte residua  degli italiani sopravvissuti, un passato che l’altra parte ignorerà, probabilmente in molti casi rinnegherà o non saprà cosa farsene. In una spaccatura foriera solo di incomprensioni e di regressioni . C’è solo da sperare di non avere ragione.

 

Author Bio
Ruggero Marino
Author: Ruggero MarinoWebsite: http://www.ruggeromarino-cristoforocolombo.comEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chi sono:
Ruggero Marino è giornalista e scrittore. Ha lavorato per 34 anni al quotidiano Il Tempo di Roma, ricoprendo le cariche di inviato speciale (visitando più di 50 paesi), di redattore capo e di responsabile del settore cultura. Ha scritto due libri di poesie, Minime e massime e L’inferno in paradiso (Premio Indic). Ha vinto oltre 10 premi giornalistici, fra i quali quello dell’Associazione Stampa Romana. Con il suo primo volume sull’Ammiraglio, Cristoforo Colombo e il papa tradito, ha vinto il Premio Scanno. Delle sue ricerche, che proseguono dal 1990, e che per la prima volta coinvolgono la Chiesa di Roma nella vicenda, si sono occupati storici, scrittori e media in Italia e all’estero (il Times gli ha dedicato due pagine). I suoi studi sono stati citati all’Accademia dei Lincei. Ha esposto le proprie tesi in numerosissime conferenze, anche in università italiane e straniere. È stato invitato a New York dall’Istituto italiano di cultura e fa parte della Commissione scientifica per le annuali celebrazioni del 12 ottobre in onore di Colombo. Per approfondimenti è possibile consultare Wikipedia al seguente link: https://it.wikipedia.org/wiki/Ruggero_Marino
Ultimi articoli pubblicati:

Web Analytics